Juric e le 50 partite col Verona: “La più bella con la Juve. Lazovic è tornato negativo”

L’allenatore dell’Hellas: “Mercato di gennaio occasione per migliorarci”

di Redazione Hellas1903

Ivan Juric parla in conferenza stampa prima della partita tra Verona e Cagliari di domenica alle 12.30. Queste le sue dichiarazioni:

“50 partite col Verona? La più bella quella in casa con la Juve. Quale rigiocherei? Credo che abbiamo fatto il massimo in tutte. Queste ultime gare sono state fatte in emergenza ma è uscita fuori la voglia di fare risultato e di sacrificarci. I calciatori dello scorso anno hanno fatto passi in avanti, in particolare Zaccagni, Dimarco e Dawidowicz. A Bergamo ho visto di meno rispetto alle precedenti come livello di gioco, ma dopo il gol la squadra mi è piaciuta molto. Quando giochi con squadre così è fondamentale, anzitutto, non perdere palloni stupidi.

Siamo andati sempre oltre il nostro limite? Non sempre lo scorso anno: per un lungo periodo ci siamo espressi per quelli che eravamo. Ora, in questa emergenza, sì.

Col Cagliari rientra qualcuno, anche se chi rientra non è subito in forma. Come squadra dobbiamo essere bravi a rimanere “fanatici” del nostro lavoro, coi calciatori disponibili anche a coprire ruoli che non hanno mai coperto. Per Lazovic aspettiamo ancora tutte le visite per capire se sarà disponibile. I tamponi sono negativi.

Domenica giocherà Di Carmine. Voglio che si sblocchi, che riesca finalmente a fare gol. Magnani ci sarà, però dietro devo ancora decidere chi far giocare. Lovato è riuscito ad allenarsi. Vieira non lo vedremo per un periodo, così come Benassi. Anche Gunter e Cetin non sono pronti.

Mercato di gennaio? Di certo non abbiamo bisogno di vendere, ma sarà una grande occasione per migliorarci. La lotta salvezza sarà dura, difficile pensare che quelle che stanno sotto non risaliranno”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy