L’avversario, il ritorno col Milan

L’avversario, il ritorno col Milan

Effetto Ibrahimovic: cinque vittorie di fila per i rossoneri

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi
Zlatan Ibrahimovic celebra il gol con Kessie

Il Verona ritrova il Milan, l’avversario della terza giornata del girone di ritorno. Si gioca a San Siro, domenica alle ore 15, ma sulla panchina dei rossoneri, questa volta, ci sarà Stefano Pioli, che ha sostituito Marco Giampaolo dai primi di ottobre.

COME ARRIVA – I rossoneri nel 2020 si stanno rivelando una corazzata: un pareggio e poi tre vittorie di fila, che salgono a cinque se contiamo anche le due gare di Coppa Italia.

CLASSIFICA – Il Milan è ottavo in classifica, con 31 punti (2 in più del Verona) a pari punti con il Parma ma con una differenza reti peggiore. I gol segnati dalla squadra di Pioli sono 22, quelli subiti 26.

MERCATO – Tre acquisti per i rossoneri nella sessione di mercato invernale: il primo è stato Ibrahimovic, già in gol alla prima da titolare e a segno anche in Coppa Italia. Ceduto il portiere Reina, è arrivato Begovic del Bornemouth, mentre per la difesa il Milan ha preso il danese Kjaer, ex Atalanta.

PROBABILE FORMAZIONE – Squalificato il mediano Bennacer, dovrebbe esserci Krunic a centrocampo con Kessié. In difesa, Kjaer può partire al posto di Musacchio, mentre tutta la fascia destra è in dubbio: il terzino Calabria insidia Conti e, allo stesso modo, Castillejo è in ballotaggio con Bonaventura. Scelte complicate anche in attacco, dove solo uno tra Leao e Rebic affiancherà Ibrahimovic.

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Krunic, Kessié, Calhanoglu; Ibrahimovic, Leao.

L’ANDATA – La gara al Bentegodi contro i rossoneri è stata viziata dall’espulsione di Stepinski al 21′ del primo tempo. Nonostante questo, la partita è stata combattuta, con un palo colpito da entrambe le squadre e diverse azioni da gol. Al 68′, però, il Milan ha trovato il gol su rigore con Piatek, causato da un tocco di mano di Gunter in area. Nel finale, episodio dubbio: Pessina viene atterrato al limite dell’area e cade dentro. Per l’arbitro è punizione, Veloso tira ma colpisce la barriera e la gara termina con la vittoria del Milan.

J.M.B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy