Le prime parole di Borini: “A Verona perché è una squadra che attacca, come me”

Le prime parole di Borini: “A Verona perché è una squadra che attacca, come me”

Il nuovo giocatore dell’Hellas: “Potevo andare a scadenza al Milan, ma la comodità non fa per me”

di Redazione Hellas1903

Fabio Borini ha rilasciato le prime dichiarazioni come nuovo giocatore del Verona a Hellas Channel. Queste le parole del nuovo attaccante gialloblù.

“Le mie prime sensazioni sono positive. Parlando col mister e con il direttore sentivo che c’era la positività giusta e sono contento di essere qua proprio per questo. Per me è un’opportunità, nel Milan non giocavo tanto e qui posso rimettermi in gioco per dimostrare quello che posso fare ed essere competitivo. Poteva essere più comodo andare a scadenza, ma non sono mai stato uno per le comodità e Verona è stata la scelta giusta perché mi dava tutti i motivi per fare di più. Avevo altre offerte anche allettanti, ma parlando con amici e compagni ho capito che l’opinione sul Verona era unica: una squadra che gioca bene a calcio, con intensità, per attaccare, in velocità. Era come se mi descrivessero, e questa è stata la svolta per la mia decisione. Juric può valorizzare le mie qualità, avevo bisogno di una società e di compagni così. Ho già passeggiato per Verona, anche per mia moglie che è inglese venire qui può essere bellissimo”.

Fabio Borini a Hellas Channel, intervista a cura di Andrea Anselmi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy