Okay, la media è giusta: così Di Carmine è diventato capocannoniere del Verona

Un gol ogni 156′, otto reti all’attivo in 21 partite disputate. Il bilancio è positivo

di Redazione Hellas1903

Alla prima autentica stagione in Serie A, dopo le apparizioni da esordiente con la Fiorentina, il bilancio di Samuel Di Carmine è positivo.

Il rapporto con Ivan Juric non è stato privo di frizioni, ma l’attaccante ha saputo sintonizzarsi sulla lunghezza d’onda del tecnico, che l’ha sempre elogiato per le caratteristiche che ha e per l’attitudine a cercare la profondità.

Con la doppietta alla Spal, Di Carmine è arrivato a quota 8 gol in 21 partite giocate. Nel complesso, Di Carmine è rimasto in campo per 1254′.

Significa che ha siglato una rete ogni 156′, in sostanza una ogni due gare.

Un buon riscontro, quindi, che fa di Di Carmine il capocannoniere del Verona in questo campionato, seguito da Matteo Pessina, a segno in sette occasioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy