Pagelle, Amrabat devastante, Verre è fantasia. Dawidowicz okay

Stepinski, manca il gol. Rrahmani insuperabile, Faraoni si scatena nel secondo tempo

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 5,5

Fa venire i brividi con alcune uscite incerte (ci vado, non ci vado), con un controllo arrischiato che poco ci manca non lo beffi, all’ultimo secondo del primo tempo. Può senza dubbio essere più sicuro.

RRAHMANI 6,5

Il consueto muro: ci si è fatta l’abitudine, a vederlo svettare su tutti i palloni. Va anche vicino al gol con alcuni stacchi su azione da corner. Bel duello nella parte finale della gara con Okaka: lo vince lui.

DAWIDOWICZ 6,5

Non giocava da un mese, la sua unica partita era durata 15’, prima dell’espulsione subita con  il Bologna. Il rientro merita pieno riconoscimento, perché è bravo sia in chiusura che in fase di impostazione.

GUNTER 6

Qualche rischio lo corre, dal suo lato l’Udinese si fa notare e, nei minuti finali, cerca spazio per tentare la beffa. Comunque limita le titubanze.

FARAONI 6,5

Per un tempo non si propone, preferisce aspettare, Sema spinge e deve essere contenuto. Dopo, è lui a dilagare, un martello che, sulla fascia destra, spradoneggia.

AMRABAT 7

Qui si parla di un giocatore totale. Mediano, regista, ala, scatta a destra a sinistra, serve a Stepinski la palla che per questione di centimetri non si tramuta in gol. Una forza della natura.

VELOSO 6

Molte energie se ne sono andata con la grande prova di sabato con la Juventus, un rallentamento era da mettere in conto. Per questo non si prende rischi, preferisce fare un passo indietro piuttosto che avanzare con frenesia.

LAZOVIC 6

Prova vicina, nei tempi e nei modi, a quella di Faraoni, ma con qualche spunto in meno, probabilmente per un sovraccarico atletico in più.

ZACCAGNI 5,5

Anche lui pare appannato, in confronto a quanto visto a Torino. Tutto naturale, perché non sempre si riesce ad essere al meglio. Per un tempo si innesca poco, nella ripresa, dopo una manciata di minuti, esce.

PESSINA 6

Inizia con l’andamento lento, chiude in crescendo, una spina che l’Udinese fatica a limitare. Come altri gialloblù, il ragazzo ha larghi margini di miglioramento.

DI CARMINE ng

Prende una botta in testa, deve uscire. Sfortunato.

 

STEPINSKI 5,5

Comincia in panchina, fatica a entrare in partita dopo aver preso il posto di Di Carmine. Ha un potenziale ben superiore a quello che mostra con l’Udinese. Musso fa il fenomeno sul suo colpo di testa, il gol gli manca.

VERRE 6,5

Dà al Verona lo sprint che serviva. Juric gli concede ampi margini di movimento, gli consente di svariare sulle fasce, di inventare in libertà. Deve limare l’ultimo passaggio, quello decisivo.

VITALE ng

 

JURIC 6,5

Nel primo tempo chiede alla sua squadra di giocare con prudenza, nel secondo lascia che si proponga con le briglie sciolte. Tanto bel gioco, la vittoria non arriva e il fastidio è forte. Resta un Verona che piace, ma adesso la sorte deve pur girare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy