Pagelle, Gunter comanda in difesa, Lazovic punge sempre

Pagelle, Gunter comanda in difesa, Lazovic punge sempre

Verre e Pessina non sono in giornata. Amrabat va in battaglia, Rrahmani regge l’urto

di Matteo Fontana, @teofontana

SILVESTRI 6

Ribatte su De Paul, devia un colpo di testa di Becão. Controlla in uscita gli spioventi che arrivano dalle sue parti, non si fa sorprendere.

 

RRAHMANI 6,5

Alza lo sbarramento sul lato destro della linea a tre dell’Hellas. Chiamato a incrociare calibri muscolari (Okaka) e svelti (Lasagna), regge con attenzione.

 

GUNTER 7

Duello fisico con Okaka, che è un armadio a quattro ante. Tiene il timone della difesa, effettua un intervento in salvifica copertura su Lasagna. Non è l’unico spunto positivo della sua gara: fondamentale.

 

KUMBULLA 6,5

Sfiora il gol con un colpo di testa che viene respinto con un doppio miracolo da Musso. Si prende qualche rischio dietro, corregge la rotta all’occorrenza, concentrato secondo copione.

 

FARAONI 6

Sfiora l’anticipo vincente su un cross di Lazovic, si scontra con Musso e la botta alla caviglia si fa sentire. Non rinuncia, peraltro, a pigiare sulla fascia di competenza.

 

AMRABAT 6,5

La sfida con gli assaltatori dell’Udinese è di natura prettamente atletica. Lo braccano da tutti i lati, così deve guadagnarsi un metro dopo l’altro. Lo fa andando in battaglia, come d’abitudine.

 

VELOSO 6

Tanti palloni toccati, non sempre con precisione. Bravo a bloccare un affondo di Okaka, poi viene ammonito, cosa che gli costerà la squalifica, essendo in diffida.

 

LAZOVIC 6,5

Inizia piano, sul suo lato di campo corre il ringhioso Stryger Larsen. Poi accelera, piazza in area due traversoni invitanti, quando cambia marcia è sempre pungente.

 

PESSINA 5,5

Pressato dai mediani grandi e grossi dell’Udinese, non gli riesce agevole ricavarsi degli spazi. Esce con più insistenza nel secondo tempo, ma non in maniera sufficiente.

 

VERRE 5,5

Torna titolare e lo fa galleggiando dalla trequarti in su. Fatica a incidere, poco per volta si vede di più, ha pure qualche palla ghiotta, però non morde.

 

BORINI 6

Di nuovo alla guida dell’attacco, perno mobile del reparto avanzato, per due volte “scalda” Musso. Gioca con intelligenza, gli manca un batter di ciglia per segnare.

 

 

ZACCAGNI 5,5

Ha un’occasione gigantesca per portare in vantaggio il Verona, ma non è freddo. Peccato sul serio.

 

STEPINSKI ng

 

JURIC 6,5

Aveva anticipato i pericoli insiti nella partita della Dacia Arena. Tutto vero, per l’Hellas c’è da lottare, uscire senza danni non è questione agevole. A conti fatti, è la sua squadra ad avere le chance più evidenti per vincere. La serie utile prosegue: nove partite senza sconfitte.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy