gazzanet

Pagelle, Simeone trascina, Faraoni non molla mai. Ilic si perde

Getty Images

Magnani insuperabile, Caprari fa colpi magici. Tameze bravo e sfortunato

Matteo Fontana

 

MONTIPÒ 6

 

Beffato da Miranchuk e da una deviazione sul tiro di Koopmeiners che risolve la partita. Poco preciso con i piedi, compie due parate decisive, su Demiral e Hateboer.

 

CASALE 6

 

Attento e sempre concentrato, un’unica vera titubanza sull’azione che porta al pareggio. Si fa notare anche in avanti, proponendosi appena ne ha l’occasione.

 

 

MAGNANI 6,5

 

Il comando della difesa spetta a lui. Non incrocia Zapata, che inizia in panchina, bensì Muriel. Gli concede poco o nulla, di fatto lo neutralizza. Poi è proprio Zapata ad entrare e lo controlla bene. Esce acciaccato.

 

CECCHERINI 6

 

Soffre la grande qualità degli attaccanti di Gasperini, sconta qualche incertezza cui pone rimedio sempre con generosità e grinta.

 

FARAONI 6,5

 

Serve a Simeone l’assist per il gol del Verona, è un motore sempre acceso sulla fascia destra, lancia la carica dell’Hellas una volta subito il sorpasso dell’Atalanta. Demiral “mura” una sua conclusione. Non molla mai.

 

 

TAMEZE 6

 

È l’uomo ovunque dell’Hellas. Nel primo tempo tutte le seconde palle che gli arrivano vicine sono sue. Ha un leggero calo nel corso della gara, con il centrocampo dell’Atalanta che gli mette addosso sempre più pressione. Sfortunato nell’incocciare la botte da fuori di Koopmeiners, prima, dall’altra parte, Toloi gli aveva respinto un tiro destinato al gol.

 

ILIC 5,5

 

Tentenna nell’azione che dà l’1-1 all’Atalanta, è un’indecisione che pesa in una prova in cui fa vedere delle cose belle alternate a delle fasi in cui cincischia e si perde.

 

LAZOVIC 5,5

 

Non riesce ad accelerare, gli spunti brillanti sono rari. Dal suo lato l’Atalanta è molto aggressiva e non è agevole reggere e, al tempo stesso, farsi sentire.

 

CAPRARI 6,5

 

Si muove da trequartista, agendo alle spalle di Lasagna e Simeone. Dai suoi piedi escono continui colpi magici. Ne trova qualcuno di meno nei secondi 45’, ma è sempre pungente, la sua fantasia è fondamentale.

 

LASAGNA 6

 

Al via da titolare, si muove in duo con Simeone. La coppia è ben assortita. Dal canto suo è abile anche nel salire sui portatori di palla della difesa dell’Atalanta. Ha una chance che gli viene stoppata da Musso.

 

SIMEONE 7

 

E fanno 12. Piazza il diagonale che porta avanti l’Hellas, confermandosi micidiale. Gli vanno contro in due o tre, gli spazi si fanno claustrofobici e lui se li prende lottando. Avrebbe meritato il bis, è un trascinatore e un leader.

 

VELOSO 6

 

Cerca di dare ordine alla squadra, gioca con metodo.

 

BESSA 6

 

Fa girare palla con rari errori.

 

SUTALO 6

 

Entra con determinazione.

 

CANCELLIERI 5,5

 

Poco efficace.

 

TUDOR 6,5

 

Il Verona tiene testa all’Atalanta giocando sempre alla pari, coprendo il gap con l’organizzazione, gli automatismi mandati a memoria. Sfumato il vantaggio, l’Hellas non si smarrisce. Dopo il 2-1, spinge la squadra all’assalto, vano e coraggioso.

 

tutte le notizie di