Pazzini e Stepinski! Il Verona inizia l’anno col botto: 0-2 a Ferrara

Pazzini e Stepinski! Il Verona inizia l’anno col botto: 0-2 a Ferrara

L’Hellas domina e vince segnando in avvio e in chiusura di gara

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

La prima gara del 2020 regala al Verona una gioia da tre punti, pesantissimi, sul campo della Spal. Dominando l’intera gara l’Hellas passa per 0-2 grazie ai gol di Pazzini e Stepinski, scavando un ulteriore solco sulle rivali per la salvezza. Lo fa, come al solito, giocando una gara alla Juric: corsa, pressing alto, trame sugli esterni e in verticale a ripetizione. La Spal è annientata sul nascere.

FORMAZIONI

La novità per l’Hellas è in attacco dove Giampaolo Pazzini è titolare per la prima volta in campionato. Con Di Carmine sofferente per il dito della mano operato e Stepinski colpito negli ultimi giorni da influenza intestinale (entrambi in panchina) spazio dunque al numero 11 gialloblù, supportato da Verre e Zaccagni. Davanti a Silvestri Rrahmani, Kumbulla e Gunter, in mezzo al campo Faraoni, Veloso, Pessina (che sostituisce lo squalificato Amrabat) e Lazovic.

Semplici schiera il consueto 3-5-2: Berisha – Tomovic, Vicari, Igor – Cionek, Kurtic, Missiroli, Valoti, Strefezza – Petagna, Paloschi.

Si gioca in uno stadio Mazza quasi gremito. Al seguito del Verona ci sono 1280 tifosi nel settore ospiti, più molti altri che hanno acquistato il tagliando in altri settori, data l’assenza di restrizioni. Arbitra Guida.

PRIMO TEMPO, AVVIO A 100 ALL’ORA DEL VERONA

La Spal guadagna subito un corner ma al 3′ Lazovic parte in contropiede imbeccato da Veloso, si fa mezzo campo e arrivato in area calcia debole con Berisha che respinge di piede. Due minuti dopo Verre serve Faraoni che dal fondo spara fuori potendo servire Pazzini. L’Hellas parte con due grandi occasioni non sfruttate, ma mette paura all’avversario. Come al 9′ quando Rrahmani sfonda in area e si vede deviato il diagonale da Berisha con palla che sfiora il palo. Veloso pressa e recupera, gli esterni vanno, Pessina ringhia: l’avvio dell’Hellas è annichilente per la Spal. Che risponde al 13′ quando Paloschi si trova un buon pallone tra i piedi dopo un mezzo liscio di Gunter ma calcia debolmente a lato.

PAZZINI! VERONA IN VANTAGGIO

Il gol, meritato e cercato, arriva per il Verona al 14′ quando Lazovic pesca mirabilmente Pazzini che scatta sul secondo palo e infila di testa Berisha. Petagna e Strefezza ci provano da fuori con palle che escono, mentre dietro la Spal soffre terribilmente le avanzate di Lazovic.

Dopo il 20′ i ritmi vertiginosi dell’avvio calano, Kurtic sparacchia alto al 24′.

Paloschi ha una clamorosa occasione per pareggiare al 29′ quando sugli sviluppi di un angolo, solo davanti a Silvestri calcia a lato.

TOMOVIC ESPULSO, SPAL IN DIECI

E’ il 40′ quando Tomovic sulla sua trequarti entra in piena corsa con il piede a martello su Faraoni. Guida non ha dubbi ed estrae il rosso. La Spal protesta ma rimane in dieci, reagendo nel finale di tempo senza però creare pericoli. Strefezza, al 45′, dopo una marcatura stretta (con fallo) di Kumbulla protesta con l’arbitro e viene ammonito.

SECONDO TEMPO

La Spal non molla, con l’ombra di una sconfitta che sarebbe pesantissima. Pur in dieci tenta la reazione, con molta confusione, lasciando così al Verona spazi invitanti per il contropiede. Come al 9′ quando però Pazzini, servito da Pessina, spreca la palla dello 0 a 2 calciando facile per Berisha.

Semplici toglie Paloschi e inserisce Di Francesco al 12′. L’Hellas spreca ancora il contropiede con Faraoni che serve male Lazovic: i gialloblù dominano e cercano di chiudere la partita. Zaccagni prende un giallo eccessivo al 22′, Juric pensa a dei cambi. Verre calcia da fuori area, un difensore devia, il Verona prende un corner e torna in avanti. Sugli sviluppi al 24′ Veloso mette una palla tesa, Rrahmani senza saltare colpisce di testa e Berisha respinge.

Pazzini, solo, calcia su Berisha, la palla scheggia la traversa, ma l’azione è in fuorigioco al 26′. Verre calcia altissimo un minuto dopo, l’Hellas spreca troppo pur a fronte di un avversario sulle ginocchia. Pazzini, poi, esce al 28′ lasciando il posto a Stepinski. Di Francesco calcia fuori dalla distanza, poi Felipe prende il posto di Vicari al 32′.

BADU TORNA IN CAMPO

Badu può esordire, finalmente, in una gara ufficiale con l’Hellas dopo lo stop del 15 agosto scorso. E’ il 35′ quando il ganese debutta al posto di Zaccagni, tra gli applausi del pubblico gialloblù.

Un colpo di testa di Petagna finisce a lato al 38′, e nel finale Floccari sostituisce Strefezza con la Spal che cerca la palla alta per un pareggio che avrebbe del clamoroso.

STEPINSKI LA CHIUDE!

La ciliegina sulla torta di una splendida vittoria la mette Stepinski al 41′, finalmente andando a chiudere una gara dominata, a scanso dei pericoli che il calcio sa sempre offrire proprio sul più bello. Ancora uno straordinario Lazovic scappa a sinistra e calcia, Berisha respinge dove c’è Stepinski che, con freddezza, infila col mancino nell’angolo opposto. L’abbraccio dei gialloblù sancisce un’altra grande giornata, un’altra bellissima vittoria. L’Hellas di Juric mette in cascina 22 punti in 17 giornate, con ancora due gare prima del giro di boa. Giù il cappello.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy