PENZO: “LO SCUDETTO? QUALCOSA DI UNICO”

di Redazione Hellas1903

Nico Penzo, nelle dichiarazioni riportate sul sito ufficiale dell'Hellas, ha parlato del campionato 1984-1985 e dello Scudetto gialloblù.

“E’ stato il coronamento di un percorso che si era costruito in quegli anni, nella stagione 1982-83 eravamo arrivati quarti ed era il primo anno dalla promozione nella massima serie, poi siamo arrivati sesti l’anno dopo. Qualche cosa doveva succedere perché il Verona era una squadra che aveva valori tecnici e morali, mancava soltanto la ciliegina sulla torta che è arrivato con lo scudetto. In rosa c’erano due calciatori straordinari (Elkjaer e Briegel, ndr), ma sono stati gli altri nove che hanno trascinato e messo i due fuoriclasse in condizione di esprimersi al meglio. Il primo posto non fu una cosa prevista, ma quando c’è programmazione, la volontà di ottenere un risultato e il giusto mix tra fortuna e abilità si può raggiungere qualcosa di unico. Forse lo scudetto rimarrà un’impresa isolata, ma è pur sempre un grandissimo risultato: Verona viene ricordata per l’Arena, il balcone di Giulietta, la stagione lirica e anche per Uno Storico Scudetto, non è cosa da poco”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy