Pessina: “A Verona si vive di calcio. Inter? Guardiamo tutte alla pari”

Pessina: “A Verona si vive di calcio. Inter? Guardiamo tutte alla pari”

Il centrocampista gialloblù: “Qui sto benissimo. Contro l’Inter partita bella da giocare”

di Redazione Hellas1903

Matteo Pessina è stato intervistato per la rubrica “A tu per tu” di Hellas Verona Channel. Queste le dichiarazioni del centrocampista del Verona:

“Il gol contro il Brescia? Ha aiutato a portare a casa tre punti importantissimi, sono davvero felice. Spero di segnare ancora altre reti decisive come questa”.

Sulla carriera: “Sono partito dalle giovanili del Monza, dove ho giocato per dieci anni fino ad arrivare in prima squadra. E’ lì che ho esordito con i “grandi”, tra i professionisti, prima con Asta e poi con mister Pea, che mi hanno fatto crescere. E’ stata la mia prima esperienza importante in Serie C, a 17 anni, con 6 gol in una ventina di presenze. Siamo riusciti a salvare la categoria nonostante i problemi societari. Poi a fine anno mi ha acquistato il Milan di Mihajlovic, dove sono partito per il ritiro prima di andare in prestito a Lecce, Catania e Como”. 

Prosegue: “Quell’estate, dopo il mondiale con l’Under 20 in Corea, sono stato acquistato dall’Atalanta di mister Gasperini, club che mi ha girato in prestito a La Spezia in Serie B, un’ottima esperienza per me, ho tanti bei ricordi di quel periodo. Poi Bergamo, il primo anno in Serie A, bellissimo: terzo posto in classifica, la conquista della Champions. Come primo anno di Serie A direi che sono pienamente soddisfatto. E adesso sono arrivato qua a Verona, dove mi trovo benissimo”.

Su Verona: “L’impatto con l’Hellas è stato dei migliori, il mister sa quello che fa, ci prepara benissimo e di questo sono contentissimo. Forse nessuno si aspettava a questo punto del campionato questo rendimento, ma la scalata è ancora lunga. Sono felice che siamo a buon punto e dobbiamo continuare su questa strada. Verona vive di calcio: si sente un attaccamento molto speciale da parte dei tifosi. La squadra è molto seguita e questo fa piacere a tutti noi giocatori. Anche quando non siamo riusciti a vincere, i tifosi hanno sempre capito la nostra voglia ed apprezzato che noi abbiamo dato il massimo. La città è bellissima, la conoscevo già, e viverla tutti i giorni è ancora più bello”. 

“Sfida con Inter? È una delle partite più belle da giocare, contro una grande squadra ed un mister molto forte, Antonio Conte. Giocare alla “Scala del calcio” sarà un’emozione incredibile per tutti. Noi ce la giocheremo con tranquillità, come abbiamo fatto anche contro Juventus, Milan e Brescia. Le guardiamo tutte alla pari ed è questo il modo in cui la affronteremo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy