Porte chiuse, il conto è caro: per il Verona 2.3 milioni di perdite

Porte chiuse, il conto è caro: per il Verona 2.3 milioni di perdite

Tra abbonamenti da rimborsare e biglietti non venduti, il peso dello stop al pubblico è elevato

di Redazione Hellas1903

Di sicuro, al momento, è molto difficile, per non dire impossibile, che alla ripresa del campionato sia consentito l’accesso al pubblico negli stadi.

Intanto, al Verona si fanno i conti di quanto non è entrato in cassa in seguito all’obbligo delle porte chiuse.

Senza voler considerare il danno “emotivo”, con l’assenza della spinta fondamentale dei tifosi, viene stimato che all’Hellas siano stati persi 2.3 milioni di euro.

Si parla di circa 700mila euro di rateo degli abbonamenti, da rimborsare nelle forme previste dal club. Poi, 1.6 milioni di euro di biglietti per le partite.

Il Verona, dopo il lockdown, ha affrontato avversari dal forte traino per la presenza sugli spalti, come Napoli, Inter e Lazio.

La perdita, quindi, è stata notevole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy