Punto a Torino! Juventus-Verona 1-1. Favilli segna, Kulusevski pareggia

Grande prova dei gialloblù, con Lovato, Colley e Favilli sugli scudi. Dopo 32 anni l’Hellas strappa un pari

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

32 anni che il Verona aspettava. 32 anni senza un punto a Torino, nel mezzo le tante sconfitte sono diventate a volte umiliazioni, come nell’anno dei 10 gol subiti in tre giorni tra Coppa Italia e campionato. Lo scorso anno una grande gara non bastò e la Juve vinse per 2-1.
Quesa sera, invece, un Verona impavido si è conquistato col sudore e col gioco, e anche con un pizzico di buona sorte, un gran pareggio in casa dell juventus. Il gol di Favilli, che festeggia ed esce per infortunio, viene pareggiato da una grande giocata di Kulusevski. ma è il primo tempo che l’Hellas gioca alla grande, calando nella ripresa ma reggendo l’urto dei bianconeri.

FORMAZIONI
Sorpresa in formazione. Nikola Kalinic parte titolare, a supporto ci sono Colley e Zaccagni. Davanti a Silvestri ci sono Ceccherini, Lovato ed Empereur, la linea di centrocampo è formata da Faraoni e Lazovic esterni, Vieira e Tameze al centro.

Pirlo gioca a specchio, questo il suo 3-4-1-2: Szczesny; Danilo, Bonucci, Demiral; Cuadrado, Arthur, Rabiot, Bernardeschi; Ramsey; Dybala e Morata.

PRIMO TEMPO, GRAN BEL VERONA

a Juve fa la gara da subito con un giro palla alla ricerca dell’imbucata. Il Verona riparte con Colley e Kalinic e conquista un fallo al 7′ da cui non nasce nulla. Cuadrado nasconde la palla ad Empereur, poi la coppia Colley-Kalinic crea scompiglio, e l’Hellas batte un colpo.
Zaccagni fatica a sinistra, ma il Verona cresce e gioca portando la palla sottoporta in un paio di occasioni con Colley e Kalinic. Lazovic prova a trovare i ritmi giusti.

TRAVERSA DI CUADRADO E GOL ANNULLATO ALLA JUVE
La Juve spinge negli ultimi minuti. Al 41′ Cuadrado, troppo solo, entra in area e stampa sulla traversa un bolide di destro. Al 44′, poi, Lovato buca su Morata che in pallonetto supera Silvestri. Tutti festeggiano, ma Pasqua resta a centrocampo con la mano sull’auricolare. Il gol è irregolare, il Var ravvisa il fuorigioco, di pochi centimetri, dello spagnolo.

SECONDO TEMPO, L’HELLAS FA GOL
La Juventus prova a ripartire da dove aveva lasciato, ma i gialloblù non si tirano indietro. Colley al volo calcia fuori dal limite al 52′.

CAMBI HELLAS, DENTRO MAGNANI E CECCHERINI
Problema muscolare per Ceccherini che purtroppo deve lasciare. Con lui esce Kalinic che non ne ha più. Entrano Magnani e Favilli.
Szczesny mette in corner una conclusione di Zaccagni, poi Lazovic prende il giallo per un fallo tattico di mano.

FAVILLI!! VERONA IN VANTAGGIO!
Splendida azione del Verona, quella che porta al gol del vantaggio. Lovato recupera una palla su Dybala a centrocampo e serve Zaccagni che mette l’assist per l’avanzante Favilli. Il tiro, potente e a giro col sinistro non lascia scampo a Szczesny.

FAVILLI SI INFORTUNA
Nel tirare l’attaccante sente tirare il muscolo. Prova a restare in campo ma dopo due minuti deve lasciare. Entra Barak.
La Juve schiuma rabbia. Di rosa vestita, la squadra di Pirlo per intero chiede un rigore che non c’è, poi Kulusewski macina a sinistra. Il Verona soffre.
Un fallo di Empereur regala una punizione sulla mattonella di Dybala. L’argentino calcia ma sbatte sulla barriera al 70′.
Morata impegna Silvestri che risponde presente al 73′, poi Bonucci accusa un problema muscolare e deve uscire. Al suo posto entra il giovane Frabotta.

TRAVERSA DI DYBALA
Al 76′ Dybala raccoglie fuori area e calcia con potenza. Vieira devia leggermente e la palla si stampa sulla traversa.

KULUSEVSKI PAREGGIA
E’ il 78′ quando Kulusevski salta Faraoni come un birillo e, defilato a destra, col sinistro la piazza sul palo lontano. Silvestri può solo accennare il tuffo, con la palla che è già dentro.

Il Verona subisce una rete annunciata da qualche minuto, con i bianconeri in pressing e l’Hellas con le forze che iniziano a mancare. Lovato è molto bravo in più di una circostanza. Colley cerca di dare profondità.
Dybala è l’anima della squadra, un suo diagonale termina di poco sul fondo.
Il Verona è straordinario nella lotta e riesce a portare palla in avanti con Colley. Eccellente Lovato che tiene la barra a dritta dietro. L’Hellas inizia a crederci quando mancano pochi minuti al 90′.
Anche la Juve è stanca ma ha quelli che con un guizzo possono vincere la gara. Vrioni prende il posto di Ramsey.
Lovato ha i crampi. Kulusevski e Faraoni si accapigliano e prendono il giallo. Nasce una mezza rissa subito sedata.

SILVESTRI SALVA!
Non può mancare Silvestri tra i protagonisti. Il portiere va sicuro su un tiro insidioso di Dybala e poi salva ancora sull’argentino.
Ultimi istanti dei 6 di recupero. La palla scotta, Lovato la calcia. Finisce, Juric esulta. Il Verona porta a casa un punto dopo 32 anni che non accadeva e tantissima carica per il prosieguo del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy