SETTI 4: “MANDORLINI E’ OK PER NOI”

di Redazione Hellas1903

In diretta su Telenuovo, Maurizio Setti parla di Mandorlini e del futuro dell'Hellas.

"Il primo giorno che sono arrivato qua mi hanno chiesto subito dello stadio e ho detto che non era una priorità. Se potessi io lo rifarei tutto il Bentegodi, ma tirarlo giù e rifarlo costa troppo. Il rifacimento può essere più fattibile, ma oggi la nostra priorità rimane sempre il centro sportivo. Il futuro? Un programma che dura un anno si fa fatica. Abbiamo iniziato un percorso con il settore giovanile e dobbiamo assolutamente portarlo avanti. Dobbiamo formare dei calciatori e fare in modo che qualcuno arrivi in prima squadra. Mandorlini? Finito il campionato ci sediamo e discutiamo. Io ho parlato con tutti. Sogliano e Bigon? Uno ha più istinto, l'altro magari ha una razionalità maggiore. Noi il mercato a gennaio l'abbiamo fatto recuperando i giocatori che erano fuori. Dove potevamo arrivare? Non lo so. Meritiamo quello che abbiamo? Magari 3 o 4 punti in più. Soddisfatto del gioco? In certi momenti mi piace, a volte non sono contento della fase difensiva. Ad esempio i due gol contro il Chievo sono errori individuali, ma se prendi tutti quei gol dalle fasce qualcosa c'è da migliorare. Mandorlini penso sia cresciuto tantissimo sotto un profilo educativo diciamo, perché c'è una società dietro. La società è fatta di uomini che lavorano bene, professionisti, 40-50 persone che hanno ogni giorno da portare risultati. Maggior considerazione alla squadra Primavera? Sì. Saviola? Il giocatore non si discute ma era fuori dagli schemi del mister. Il confronto con l'allenatore è qualcosa di fondamentale. Se avessimo preso Paulinho Mandorlini mi ha detto che era pronto a giocare con due punte. Sono distaccato, ma sono più tifoso perché ho a cuore che le cose per il Verona vadano al meglio. La società non si è mai fermata nel programmare, io per primo è da un anno e mezzo che guardo in avanti. Donsah? Giocatore che abbiamo deciso di vendere per una plusvalenza di un milione e mezzo circa. Però se facciamo discorsi come questo allora Iturbe quest'anno non ha fatto bene e Romulo non ha giocato. Il rinnovo di Mandorlini? E' una questione di cifre e di alcune cose da sistemare. Biennale? Un ragionamento più a lungo termine può aiutare un allenatore".

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy