Spadafora: “Caos Serie A, solo una questione di soldi”

Spadafora: “Caos Serie A, solo una questione di soldi”

Il ministro: “Incapacità di decidere da parte del calcio. E i presidenti che mi insultavano poi mi hanno chiesto la chiusura”

di Redazione Hellas1903

Vincenzo Spadafora, ministro dello sport, intervistato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, parla del caos della Serie A nell’emergenza coronavirus, fino al blocco dei campionati che è stato deciso tra lunedì e martedì.

Dice Spadafora:  “Ci siamo assunti le nostre responsabilità. Registrando la grande incapacità del calcio a decidere. E vorrei dire che ora mi è tutto più chiaro. A cosa mi riferisco? Al fatto che le norme non c’entrano niente. Che il Dpcm serviva per mettere a riparo Lega e Sky dal rischio dei risarcimenti. Una delle due ci avrebbe rimesso. Solo una questione di soldi. E non mi faccia parlare dei messaggi che ho ricevuto. Di chi? Di quei presidenti che prima mi insultavano per far giocare le partite, e poi hanno detto di chiudere tutto“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy