Spadafora contro i club: “Provvedano a rimborsare i tifosi”

Spadafora contro i club: “Provvedano a rimborsare i tifosi”

Parole dure anche verso le pay-tv: “Troppi interessi economici, c’è chi vive fuori dalla realtà”

di Redazione Hellas1903

Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, attacca pay-tv e club di Serie A dopo le ultime vicende legate all’emergenza coronavirus.

Queste le sue parole, pubblicate via social network: “Ancora prima che la situazione diventasse così drammatica per il Paese, la Lega di Serie A e Sky si erano già rifiutate di concedere a migliaia di italiani, costretti loro malgrado a restare a casa, di poter vedere in chiaro le partite, nascondendosi dietro presunte difficoltà normative che con l’autentica disponibilità di tutti si sarebbero potute ampiamente superare. Nei vari contatti di ieri, infatti, anche grazie alla collaborazione di Rai e Mediaset, si era arrivati vicini ad una soluzione equa per tutti gli attori e soprattutto di grande conforto per i tanti cittadini appassionati di calcio. E invece sono prevalsi gli interessi economici di realtà che pretendono di godere da sempre di un trattamento privilegiato e che vivono ormai fuori dalla realtà“.

Continua Spadafora: “Le società di calcio piuttosto valutino come superare le clausole vessatorie già all’attenzione dell’Antitrust per provvedere al rimborso degli abbonamenti e dei biglietti venduti per le prossime partite. Prenderò in considerazione nei prossimi giorni ogni iniziava utile anche legislativa per mettere ordine in un mondo che rischia di non rappresentare più valori etici e morali ai quali vorremmo che si ispirasse sempre“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy