Spadafora: “Ripresa, impopolare essere prudenti, ma serve responsabilità”

Spadafora: “Ripresa, impopolare essere prudenti, ma serve responsabilità”

Il ministro dello Sport dopo l’incontro con i vertici del calcio: “Abbiamo il dovere di tutelare tutti in ogni sport”

di Redazione Hellas1903

Ha affidato il proprio pensiero a Facebook, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

In un intervento via social network, ha scritto, dopo l’incontro di oggi con i vertici del mondo del calcio: “Sono anche io un tifoso cui manca seguire la propria squadra. Aspettavo con entusiasmo gli Europei di quest’estate, ma saranno rimandati. Come sono state rimandate le Olimpiadi. Come è stato rimandato il Giro d’Italia. Come sono state rimandate le competizioni di tutti gli sport nel nostro Paese. E’ un enorme dispiacere, dentro un dolore molto più grande e più profondo, dentro un lutto atroce che ha colpito il nostro Paese, l’Europa, il mondo intero“.

Prosegue Spadafora: “Posso assicurare che mantenere un profilo di estrema prudenza, come sto facendo, è la posizione più impopolare che si possa immaginare ma abbiamo il dovere e la responsabilità di far si che tutto il Paese, compreso ovviamente il mondo dello Sport, possa superare al più presto e al meglio l’emergenza sanitaria che ci ha colpito. In tutti gli sport infatti vi sono indotti da tutelare, lavoratori che stanno vivendo difficoltà economiche e che meritano la giusta considerazione“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy