Papà Stefano e il suo “Mister Lova Lova”: “A scuola ebbe la media dell’8”

Il padre di Matteo Lovato racconta il figlio, migliore in campo del Verona con la Juventus

di Redazione Hellas1903

“Ho fatto migliaia di kilometri per vedere ‘el mi Mic’ giocare. E io non so niente di calcio, non ho neanche visto i Mondiali”.

Stefano Lovato, papà di Matteo, giovane difensore dell’Hellas sugli scudi all’Allianz Stadium nell’1 a 1 tra Juve e Verona, ma sempre tra i migliori in questo avvio di stagione, racconta a gianlucadimarzio.com alcuni aneddoti del figlio.

“Ho consumato tante macchine. Partivo da Candiana la domenica alle 7 di mattina e mi facevo ore e ore di viaggio da solo per andare a vederlo. 

“ Quando era a Genova, a scuola i professori erano stupiti che avessi fatto tutta quella strada. Mi hanno detto che andava bene. Comunque quando era a Padova è uscito dal Calvi con la media dell’8. Ma non ha mai studiato granché” scherza.

A volte si infortunava nella sessione del giovedì, prendeva qualche botta o una storta. Tutti pensavamo che la domenica non ce l’avrebbe fatta a giocare la partita. Ed eravamo puntualmente smentiti. Quando è finito lo scorso campionato ha voluto subito svolgere delle sessioni individuali per prepararsi al meglio”.

QUI L’INTERVISTA INTEGRALE

Leggi anche “Boom Lovato: vale già 15 milioni di euro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy