Tommasi: “L’Uefa consideri di rinviare gli Europei. Se si ammala un professionista campionato in quarantena”

Tommasi: “L’Uefa consideri di rinviare gli Europei. Se si ammala un professionista campionato in quarantena”

L’ex gialloblù e presidente di assocalciatori: “Tra i giocatori c’è chi è convinto di andare avanti e chi esprime preoccupazioni”

di Redazione Hellas1903

Damiano Tommasi, presidente di assocalciatori, parla all’Ansa delle ulteriori ripercussioni che il contagio da Coronavirus potrebbe avere sul calcio professionistico. Dice Tommasi: “La Uefa deve prendere in considerazione la possibilità di spostare l’Europeo di calcio, per dare più tempo ai campionati: il problema Coronavirus non è solo italiano. Altri sport hanno deciso di non andare in campo, c’è spazio per il calendario. Ma nel calcio no, non c’è spazio né tempo: si è deciso di giocare, per altre considerazioni, a porte chiuse”.

“Dobbiamo prendere tutte le precauzioni per la sicurezza di chi gioca: in campo non si può certo rispettare la distanza di un metro, ma vanno prese tutte le misure per garantire la sicurezza di chi è allo stadio, compresi staff e personale, per ridurre al minimo quel rischio. Tra i giocatori c’è chi è convinto di andare avanti e chi esprime preoccupazioni, ci sono molti stranieri ed è sotto gli occhi di tutti quel che sta succedendo dall’estero verso l’Italia. Cosa succederebbe se, e ovviamente nessuno se lo augura, ci fosse un caso anche in A? Abbiamo visto quel che è successo con la Pianese in C, squadra in quarantena. Le regole sanitarie valgono per tutti, anche per i professionisti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy