Van Basten: “Nel 1990 imboscata a Verona contro di noi, fu una porcheria”

Van Basten: “Nel 1990 imboscata a Verona contro di noi, fu una porcheria”

L’ex attaccante. “L’arbitro Lo Bello fu scandaloso, fecero perdere il Milan perché lo scudetto lo vincesse il Napoli”

di Redazione Hellas1903

Marco Van Basten, intervistato da “Sette”, periodico del “Corriere della Sera”, ricorda la partita persa per 2-1 al Bentegodi dal Milan, il 22 aprile 1990.

Quella sconfitta fu fatale alle ambizioni di scudetto rossonere, sancì il sorpasso del Napoli che portò al San Paolo il tricolore.

Dice l’ex attaccante: “La nostra sconfitta a Verona? Un’imboscata, con un arbitro come Lo Bello che fece di tutto per farci perdere e fischiò in maniera scandalosa. Un lavoro fatto bene. Da chi? Dal sistema del calcio italiano. Da chi aveva interesse a mandare due squadre in Coppa dei Campioni. Tutti sapevamo che eravamo favoriti per rivincere, aggiungere un’ altra squadra conveniva a tutti. Fu una vera porcheria. Ancora oggi mi brucia”.

Van Basten fu uno dei tre milanisti espulsi (oltre a lui, Rijkaard e Costacurta), oltre ad Arrigo Sacchi. Il centravanti venne allontanato da Lo Bello dopo che si era tolto la maglia, gettandola a terra per protesta.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy