gazzanet

Verona al palo, col Cagliari è 0 a 0. Lo spettacolo è nella Sud

Verona al palo, col Cagliari è 0 a 0. Lo spettacolo è nella Sud

Radunovic para, Simeone spara a salve

Andrea Spiazzi

Finisce a reti bianche tra Verona e Cagliari. Dopo un primo tempo scialbo, l'Hellas le prova tutte nella ripresa, ma il palo ferma Dawidowicz e i gialloblù non riescono a passare la muraglia sarda, con Simeone, pur protagonista di una bella gara, che spara a salve. Ancora una volta i cambi di Tudor, poi, non pagano e il pubblico non può gioire per una vittoria, con la Sud addobbata a mo' di Brigate nel 50mo anniversario della loro fondazione con tanto di cori storici.

FORMAZIONI

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Günter, Ceccherini; Faraoni, Ilic, Veloso, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone

A disposizione: Pandur, Berardi, Lasagna, Casale, Cancellieri, Rüegg, Magnani, Bessa, Sutalo, Ragusa, Tameze - Allenatore: Igor Tudor

CAGLIARI (4-4-2): Radunovic; Caceres, Ceppitelli, Carboni, Dalbert; Bellanova, Nandez, Grassi, Lykogiannis; Joao Pedro, Keita Baldé

A disposizione: Aresti, D'Aniello, Marin, Deiola, Altare, Strootman, Pereiro, Oliva, Zappa, Pavoletti, Céter, Obert - Allenatore: Walter Mazzarri

PRIMO TEMPO, GARA BLOCCATA, L'HELLAS NONA PASSA E IL CAGLIARI SI FA PERICOLOSO

Parte forte il Verona, che attacca a pieno organico. Al 5' Dawidowicz se ne va a destra, Simeone viene disturbato al tiro, Caprari non ci arriva per un soffio sul secondo palo. Il ritmo cresce sempre più, piovono corner, Caprari mette pressione. Il Cagliari si difende non senza difficoltà, che manifesta anche a centrocampo. Simeone smania di segnare contro la sua ex squadra. I sardi ripartono con Nandez. Joao Pedro è il riferimento in avanti.

I minuti scorrono e i gialloblù mostrano qualche imprecisione nella rifinitura dell'azione. Lazovic duella con Caceres che non è avversario facile. Ilic fatica ed è impreciso.

Il primo tiro in porta è di Nandez, che calcia di collo dal limite centralmente, Montipò para. Nandez sguscia ancora al 35', Gunter lo tocca in corsa e viene ammonito. Lykogiannis col sinistro calcia manda fuori la punizione. Radunovic para in tuffo un calcio piazzato do Veloso preciso ma lento.

Al 40' un pallone carambola sullo stinco di Keità che si trova a tre metri da Montipò, il Cagliari ci prova.

SECONDO TEMPO, LA GARA DECOLLA, IL VERONA SI FERMA AL PALO

Tudor schiera Casale al posto di Ceccherini. Serve più spinta. Il Cagliari si arrocca e manda in avanti Joao Pedro e Pavoletti a caccia di palloni lunghi.

Al 49' si accende una zuffa. Simeone fa un brutto fallo su nandez e viene ammonito, poi Keità a gioco fermo colpisce Simeone, irrompe Lazovic mentre Tudor litiga con Joao Pedro. Marcenaro ammonisce Lazovic e Joao Pedro e il gioco riprende. Il Cagliari attacca, il Verona risponde, la gara è tesa e gli schemi saltano.

SIMEONE SBAGLIA. El Cholito fa e disfa. Innesca l'azione lottando, al 55', Barak lo mette davanti a Radunovic ma il tiro esce lento e tra le braccia del portiere. Grandissima occasione sfumata.

RADUNOVIC SALVA. Dawidowicz va in percussione centrale, serve Barak che calcia una palla a scendere, Radunovic si supera e salva la porta al 57'. L'Hellas inizia a farsi pericoloso. Poco dopo Simeone non gestisce bene un pallone a sinistra e calcia male girandosi.

PALO DI DAWIDOWICZ! Dopo un paio di cambi di fronte pericolosi il Verona, scatenato, batte un corner con veloso che pennella. Sul palo più lontano svetta Dawidowicz, la palla è deviata dalla spalla di Joao Pedro e sbatte sul montante opposto per tornare in campo.

Pavoletti e Marin sostituiscono Keità e Dalbert. Barak calcia dal limite, Radunovic para.

TRIPLO CAMBIO DI TUDOR. Al 78' escono Simeone, Ilic e Veloso, dentro Lasagna, Bessa e Tameze. Sostituzioni che non pagano, anzi la squadra arretra. Bessa calcia forte ma centralmente dai venti metri. Grassi ha i crampi ed esce, entra Strootman all'81'. Il Cagliari cerca il punto mentre i gialloblù insistono a cercare il gol della vittoria.

Faraoni guadagna l'ennesimo corner all'84', sugli sviluppi Lasagna impegna Radunovic ma è in fuorigioco. A terra per crampi va anche Lykogiannis.

Il Cagliari riesce a uscire dalla morsa. Al 90' una punizione dal lato corto è insidiosa e l'Hellas rischia il ko, poi la squadra sarda continua a perdere tempo. L'arbitro dà solo 4 minuti di recupero. Lasagna in contropiede sfiora il gol e prende un angolo, il Verona cerca il forcing finale, ma le lancette girano ed è solo zero a zero.

tutte le notizie di