Verona campione: 12 maggio, il compleanno della più bella poesia del calcio

Dal 1985 a oggi, lo scudetto dell’Hellas continua a essere un racconto meraviglioso

di Redazione Hellas1903

Oggi sono trentacinque.

Compie gli anni lo scudetto del Verona. Giorno che rappresenta la realizzazione di un sogno che non si pensava neppure di poter sognare. L’1-1 di Bergamo, il gol all’Atalanta di Preben Elkjaer per pareggiare la rete di Perico. I 15mila allo stadio Comunale. La gioia inebriata di una città.

Chi c’era sa, chi non era ancora nato è come se ci fosse stato, con il cuore, per i ricordi narrati, per le emozioni che sono state trasmesse.

Si potrebbero scrivere pagine e pagine, sempre e ancora, su quel 12 maggio 1985. La cosa più bella è sapere che cos’è stato lo scudetto gialloblù, che cosa continuerà ad essere per sempre: la più bella poesia del calcio.

Tanti auguri per l’eternità.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy