gazzanet

Verona, che tonfo! La Salernitana passa 1-2 nel Bentegodi semivuoto

Getty Images

17 corner non bastano, un Hellas impreciso e poco lucido perde la sfida coi campani

Andrea Spiazzi

La sconfitta che non ti aspetti arriva come una doccia gelata, come freddo e mezzo vuoto è il Bentegodi con la Curva Sud fuori per protesta. Il Verona viene piegato per 1-2 dalla Salernitana, ultima in classifica a otto punti, dopo aver giocato quasi l'intera partita in attacco ma sparato a salve, e con molti uomini in debito di forze e di lucidità. Male tutti i gialloblù, tranne Lazovic e Pandur. Gli avversari ne approfittano e con una gara di grande sacrificio trovano, anche grazie a una prodezza di Kastanos su punizione, tre punti di vitale importanza.

VERONA (3-4-2-1): Pandur; Ceccherini, Günter, Casale; Depaoli, Ilic, Veloso, Lazovic; Lasagna, Caprari; Simeone

A disposizione: Chiesa, Kivila, Barak, Kalinic, Rüegg, Pierobon, Tameze, Florio - Allenatore: Igor Tudor

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Veseli, Gyomber, Gagliolo; Zortea, Coulibaly, Di Tacchio, Kastanos, Jaroszynski; Gondo, Djuric

A disposizione: Fiorillo, De Matteis, Schiavone, Bonazzoli, Kechrida, Capezzi, Delli Carri, Cannavale, Motoc, Russo, Perrone - Allenatore: Stefano Colantuono

Arbitro: Federico Dionisi (Sez. AIA di L'Aquila)

Serata fredda, poche migliaia gli spettatori. La Curva Sud rimane fuori per protesta contro le ultime restrizioni per il Covid.

PRIMO TEMPO, VERONA LEGGERO, SALERNITANA SU RIGORE

Nel Verona mancano undici giocatori tra infortunati (Dawidowicz), impegnati in coppa d'Africa (Hongla) e positivi al Coronavirus che sono nove. Magnani e Cancellieri si sono negativizzati (ma non sono convocati) mentre si è contagiato Sutalo. È il Calcio-Covid quello che va in scena, il calcio voluto a tutti i costi dalla Lega di A, con la Salernitana, già mestamente ultima in classifica, a sua volta priva di undici calciatori.

L'Hellas macina gioco ma non produce pericoli consistenti nella prima mezzora. A turno ci provano Simeone, che sbuccia di testa su un bel cross di Depaoli. Per due un intraprendente Ilic calcia, con tiri non irresistibili parati da Belec. La Salernitana è arcigna, Djuric è il faro offensivo.

RIGORE E VANTAGGIO SALERNITANA

Al 28' Gondo scappa a Gunter e mette la gamba davanti al difensore che lo manda a terra. E' rigore che Djuric trasforma con una botta sotto la traversa.

Al 32' Veloso calcia alle stelle una punizione alla sua portata. Al 36' i campani hanno già due ammoniti, Kastanos e Gyomber che calcia via un pallone dopo un fallo fischiato contro.

PANDUR SALVA. Al 38' Gondo svetta di testa in area, la difesa gialloblù è impreparata con Veloso che rincorre l'attaccante. L'incornata è ben calibrata, Pandur risponde presente e mette in corner. Il Verona fatica a sfondare, gli avversari si chiudono bene e il primo tempo finisce.

SECONDO TEMPO, LAZOVIC TROVA IL PARI, POI IL SUPER GOL DI KASTANOS

Serve un altro Verona nella ripresa, e i gialloblù vanno subito all'attacco con Ceccherini chiuso all'ultimo in corner. I cambi a disposizione, Primavera esclusi, sono davvero pochi. E' il prezzo da pagare al Calcio-Covid. Il silenzio, senza la curva, è surreale. I tifosi si fanno sentire da fuori.

Lazovic calcia e Belec mette in corner. L'hellas spinge, al 55' i corner sono 11 a 2 per i gialloblù. Al 59' Barak e Kalinic sostituiscono Depaoli e Simeone. Per il Cholito una gara decisamente sottotono. Anche Veloso fa due errori tecnici non da lui, la stanchezza c'è. Giocano gli stessi due partite in tre giorni.

Al 61' Gondo serve Zortea, Gunter si fa beffare, il tiro ravvicinato è potente ma alto. Barak spedisce alto su assist di Lazovic.

LAZOVIC! 1 A 1

E' Darko Lazovic a risolvere i guai al 62'. Su assist in verticale di Veloso il serbo va verso il fondo sinistro e piazza un diagonale che Belec sfiora solamente.

Ceccherini molla un calcione a Gagliolo che resta a terra, l'arbitro non vede. Zortea al 67 ha in contropiede solitario una grande occasione ma incespica sul pallone e viene fermato da Ceccherini all'ultimo. Gli animi si scaldano, la Salernitana non ci sta a perdere e ribatte.

KASTANOS SPACCA LA PORTA, 1 A 2

E' il 70' quando Kastanos calcia col mancino una punizione a 22 metri dalla porta decentrato a destra. il tiro è potente e preciso e va a infilarsi vicino all'incrocio dei pali.

REAZIONE VERONA. Lasagna ci prova, Belec mette in corner. Colantuono effettua i primi cambi: fuori Zortea per Delli Carri, Coulibaly per Capezzi, Gondo per Bonazzoli.

Veloso non ce la fa più, ma Tudor attende, forse Tameze non è al meglio.

Kalinic di tacco, su assist di Veloso, sfiora il pareggio al 79' con la palla che esce di pochissimo.

FORCING HELLAS. I gialloblù collezionano corner, Belec è attento. Kechrida sostituisce Gyombert. Tameze sostituisce casale all'85'.  All'87' Barak triangola con Lazovic e calcia a botta sicura, Gagliolo salva la porta anticipando Belec.

ILIC ESPULSO. Clamorosamente ingenuo Ilic all'89' quando applaude l'arbitro per un fallo fischiato (che c'era). Dionisi lo caccia.

SETTE MINUTI DI RECUPERO. Il Verona, nonostante la fatica e l'uomo in meno, ci prova fino alla fine a raddrizzare una serata più che storta, avendo ben sette minuti di recupero, ma i dieci in campo sono stremati e a far festa è la Salernitana . Il Calcio-Covid è anche questo.

tutte le notizie di