Vitale: “Siamo un gruppo unito, pedaliamo tutti quanti. Su Di Carmine…”

Vitale: “Siamo un gruppo unito, pedaliamo tutti quanti. Su Di Carmine…”

L’esterno del Verona: “Chi gioca meno aspetta il turno con pazienza, ma non si deve mai mollare”

di Redazione Hellas1903

Luigi Vitale, esterno dell’Hellas, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo l’amichevole di questo pomeriggio contro l’NK Tabor Sezana.

“Migliore in campo? No, oggi abbiamo fatto una grande partita tutti quanti. Il mister ha dato spazio a chi ha giocato meno in campionato, abbiamo tanta voglia di giocare ma purtroppo si gioca in undici. Siamo contenti della prestazione di oggi”.

Sulla sfida con la Fiorentina: “Tutte le partite in Serie A sono difficili. Ci prepariamo come abbiamo sempre fatto fino a adesso, con tanta serenità e tanta corsa. Facciamo sempre il nostro meglio. Fisicamente stiamo molto bene tutti quanti perché il mister spinge tanto durante la settimana. E’ normale che a qualcuno di noi manchi qualche minuto nelle gambe, però stiamo bene”.

“Spingo tutti i giorni in allenamento, poi è il mister che fa le scelte. Abbiamo tanti giocatori importanti quest’anno, quindi chi sta giocando meno aspetta il proprio turno come è arrivato con Empereur. Il calcio è anche bello per questo, ho sempre giocato e adesso mi ritrovo in panchina. Uno non deve mai mollare, si deve sempre allenare bene portando rispetto e serietà. Oggi mi ritrovo a tifare per i miei compagni, ma sono anche contento perché stanno facendo benissimo. Siamo un gruppo unito e attendiamo il nostro turno con molta pazienza. Sicuramente serviranno tutti, perché il campionato è lunghissimo. Credo che il mister darà spazio a tutti”.

Sulle assenze di Veloso e Kumbulla: “A Milano abbiamo fatto un’ottima gara senza di loro. Veloso è un giocatore esperto che ci dà una grossa mano sui calci piazzati. Però penso che abbiamo fatto bene lo stesso a Milano contro l’Inter. Siamo tutti sullo stesso livello, non c’è uno superiore e uno inferiore. Siamo un gruppo unito, pedaliamo tutti quanti, questa è la cosa importante”.

“Di Carmine? Samu non è un giovane, è un ragazzo che ragiona su certe cose. A chiunque può partire la testa, però lui si è messo in riga, ci ha pensato bene. Speriamo ci possa dare una grossa mano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy