Chievo salvo: riconosciuta l’improcedibilità

Chievo salvo: riconosciuta l’improcedibilità

Annullato il giudizio, vizio di forma. La squadra di Campedelli rimane in Serie A

di Redazione Hellas1903

Il Chievo è salvo: il Tribunale Federale Nazionale ha dichiarato l’improcedibilità del giudizio a carico del club di Luca Campedelli per il caso delle plusvalenze effettuate col Cesena, come anticipato ieri.

La Procura, che presenterà appello, aveva chiesto 15 punti in meno, e quindi la retrocessione in B, a carico della società, e tre anni di inibizione per Campedelli.

Secondo i giudici di primo grado, Campedelli doveva essere ascoltato dagli inquirenti prima del processo, quando ne ha fatto richiesta, ma non è mai stato convocato dalla Procura.

Il Chievo, quindi, resta in Serie A. Il processo potrà essere istruito di nuovo, ma nei termini di 90 giorni dal primo deferimento, datato 25 giugno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy