Verona, adesso puoi lottare (ma già hai iniziato a farlo)

Verona, adesso puoi lottare (ma già hai iniziato a farlo)

Dal mercato sono arrivate le uniche risposte possibili. Questo Hellas ha tutto per giocarsela

di Matteo Fontana, @teofontana

Saremo sbugiardati presto, perché è inevitabile e nemmeno siamo ottimisti per natura. Però, quantomeno, ci proviamo, a dire che questo Verona, per com’è stato costruito, ha i mezzi per lottare per la salvezza. Ce la farà? Ahi lasso, or è stagion de doler tanto. Quindi, non piace a chi scrive sbilanciarsi, perché il calcio è un gioco maledetto e porco, che frega e non consente pronostici.

Si scriveva, alcuni giorni fa, che il gialloblù sarebbe presto appassito, in assenza di uomini adatti per reggere l’argine della categoria. Maurizio Setti, in questi anni, ci ha spinto a pensare che non ci fosse un’uscita sensata dal periodo oscuro delle vacche magre, era penosa che ha messo sulla pira sportiva Fabio Pecchia e Filippo Fusco, costretti a fare le nozze con i fichi neppure secchi, bensì marciti.

Il Verona, questo Verona, ha cominciato bene il campionato. Ha raccolto 4 punti, e di questi tre a Lecce, in uno scontro diretto da duri e puri. L’ha fatto con carattere e organizzazione. Ivan Juric non ama essere etichettato come un allenatore di pura grinta. Sia ben chiaro: l’uomo  di Spalato, uno che dietro la scorza da duro nasconde una sensibilità profonda,  non parla mai per caso.

Le ultime operazioni di mercato danno all’Hellas chance in più per crederci. Salvarsi è sempre una battaglia. Nonostante gli invidiosi e i superbi, il Verona ci proverà. E lo farà con dei mezzi adeguati. Ai posteri l’ardua sentenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy