gazzanet

Primavera Hellas, grande vittoria: 4-3 al Lecce

Getty Images

I gialloblù di Corrent si impongono in trasferta in un scontro diretto per la salvezza

Redazione Hellas1903

La Primavera gialloblù ha ritrovato il successo in trasferta superando il Lecce 4-3 al termine di un match combattuto e che ha visto i gialloblù credere nei 3 punti sino all'ultimo secondo di gara, conquistando così una vittoria di grande significato, nel match valevole per il posticipo della 20a giornata di campionato.

Il Verona si trova ora a 24 punti in classifica, e in attesa di conoscere l'esito della sfida tra Inter e Bologna si è portato al 13esimo postoin campionato, staccando lo stesso Lecce di 6 lunghezze al termine dello scontro-diretto per l’obiettivo salvezza.

L’ottavo successo in campionato è arrivato grazie alle reti di Ghilardi, Bragantini, Yeboah e all’autorete di Haakmat, mentre per i padroni di casa hanno segnato Gonzalez, Johannsson e Scialanga.

I gialloblù approcciano con grinta alla partita e trovano nei primissimi minuti, al quarto giro d’orologio, il gol del vantaggio.

Ghilardi stacca di testa su calcio d’angolo, svettando sui difensori del Lecce ed insaccando il secondo gol in maglia gialloblù, dopo quello siglato contro l’Empoli, che sblocca la partita.

 

Il pareggio dei padroni di casa arriva al 41’. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Gonzalez colpisce di testa, col pallone che sbatte sul corpo di Ghilardi per poi depositarsi in rete.

Nel secondotempo i ritmi crescono ulteriormente, ed arrivano ben 4 reti in meno di 15’.

In apertura di ripresa, infatti, il Lecce si porta in vantaggio: Johannsson raccoglie un rinvio di Kivila e col destro calcia dalla lunga distanza superando il portiere gialloblù per la rete del 2-1.

Al 9’ l’Hellas risponde con una grande azione, che vede Yeboah servire Bragantini al limite dell’area, il quale calcia col sinistro trovando l’angolo basso della porta, con la sfera che si infila alle spalle di Samooja.

Nell’azione successiva, all’11’, il Lecce sfrutta un corner per portare alla conclusione Scialanga, che col mancino raccoglie un pallone a mezz’aria superando - dalla distanza - Kivila per il gol del nuovo vantaggio.

Vantaggio che al quarto d’ora viene nuovamente annullato dall’Hellas, questa volta grazie all’ottimo servizio di Calabrese che - trovando un varco sulla sinistra - sceglie di servire Yeboah, col numero 9 che si inserisce sul primo palo, anticipa il portiere del Lecce, e porta il risultato sul 3-3, siglando l’ottava rete personale in campionato.

Al termine di un match ricco di colpi di scena l’Hellas non molla di un centimetro ed esplode di gioia al 37’: Calabrese si porta per l’ennesima volta sul fondo, crossa al centro dell’area dove Haakmat devia involontariamente il pallone sul primo palo, siglando l’autore del 4-3 che decide la gara.

In pieno recupero arriva anche un calcio di rigore per l’Hellas, ma Samooja dagli undici metri vince il duello con Terracciano, a pochi secondi dal triplice fischio del Direttore di gara che consegna ai gialloblù tre punti di straordinaria importanza.

fonte: hellasverona.it