gazzanet

Pagelle, Tameze va fino alla fine, Ilic in tilt, Barak non si vede mai

Casale non tiene Leão, Lazovic corre veloce, Caprari non funziona, Simeone spento

Matteo Fontana

MONTIPÒ 6

 

Prende tutto quello che può, i gol arrivano senza che lui abbia modo di fermarli.

 

CASALE 5

 

Leão è imprendibile. Non riesce mai a tenerlo, sempre sorpassato dalla grande velocità della punta milanista.

 

GUNTER 6

 

Controlla Giroud e gli concede poco. Quando il Milan avanza rattoppa finché riesce.

 

CECCHERINI 6

 

Spreme tutte le energie che ha, dalla sua parte il Verona tiene botta.

 

FARAONI 6

 

Segna la rete che, per una manciata di minuti, fa sognare il Verona. Prima e dopo fatica sulla sua fascia. Ammonito, era in diffida e non ci sarà col Torino.

 

TAMEZE 6,5

 

Si prende sulle spalle l’Hellas e gli dà cuore e sostanza. Il Verona è moscio, schiacciato dal Milan, lui

 

ILIC 5

 

Sempre in difficoltà, superato da Tonali che lo batte sotto ogni aspetto: gli concede troppo, va in tilt. I gol sono una conseguenza inevitabile. Impreciso nella gestione della palla, non convince.

 

LAZOVIC 6

 

Corre veloce e mette sulla testa di Faraoni il pallone che dà il vantaggio all’Hellas. Dal suo lato ci sono le cose migliori del Verona in attacco.

 

BARAK 5

 

Non trova spazio. Non incide, non si vede e quando sbuca è compassato e prevedibile. Serata molto fiacca.

 

CAPRARI 5

 

Mai lucido, commette un grave errore che porta al pareggio di Tonali. Non accende la fantasia.

 

 

SIMEONE 5.5

 

Stretto tra Tomori e Kalulu, si vede in rari sprazzi. Prova a farsi largo ma non ha mai un’occasione: spento.

DEPAOLI 5,5

 

Sta dietro, non prende metri.

 

HONGLA 5,5

 

Entra male.

 

LASAGNA 6

 

Ci mette un pizzico di brio.

 

SUTALO ng

 

 

TUDOR 5,5

 

Fin dall’inizio il Verona mostra di non avere la testa per limitare un Milan che prende il comando e che, anche quando va sotto, domina. Hellas è costretto a essere remissivo da un avversario superiore in tutto.

 

 

 

tutte le notizie di