3 a 3 col Sassuolo, il Verona raggiunto alla fine resta con l’amaro in bocca

3 a 3 col Sassuolo, il Verona raggiunto alla fine resta con l’amaro in bocca

Piovono gol nella ripresa al Mapei Stadium, in rete Lazovic, Stepinski e Pessina

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi

A un primo tempo sonnacchioso e senza reti, risponde una ripresa da fuochi d’artificio. Il Verona fa 3-3 a Reggio Emilia col Sassuolo e non può festeggiare, anzi resta con l’amaro in bocca per la staffilata di Rogerio all’incrocio dei pali che arriva al 97′ e ultimo di recupero. Una doppietta di Boga tiene in gara i neroverdi dopo i gol in serie di Lazovic, Stepinki e Pessina. Ma il Verona ha il grave torto di smettere di giocare dopo l’1-3 e, sostanzialmente, di chiudersi e basta. Silvestri salva quello che può (tanto), così non si può piangere se gli altri ti riacciuffano all’ultimo soffio. Se stai a guardare e non reagisci le prendi. Giusto, quindi, il 3-3 finale.

FORMAZIONI

Turnover in attacco deciso da Juric. La punta è Stepinski, dietro a lui si muovono Pessina e Zaccagni. In difesa, davanti a Silvestri torna Gunter, con Rrahmani e Kumbulla. A centrocampo, squalificato Faraoni, c’è Adjapong a destra, Lazovic a sinistra, in mezzo Veloso e Amrabat.

Cambi anche in casa Sassuolo. Dezerbi schiera il 4-2-3-1 con Consigli – Muldur, Peluso, Magnani Kyriakopoulos – Locatelli, Bourabia – Berardi, Defrel, Haraslin – Caputo.

Al Mapei Stadium dirige Giua. Il termometro, alle 19.30, orario di partenza, dice 33 gradi.

PRIMO TEMPO: BUONI RITMI, POCHE OCCASIONI

Problemi tecnici al Var, il fischio d’inizio arriva con 5 minuti di ritardo. Juric ordina subito ai suoi di stare alti. Anche il Sassuolo pressa, i ritmi sono buoni. Veloso calcia alto da fuori al 4′ dopo un’azione insistita tra Zaccagni, Lazovic e Pessina.

Magnani salva sulla linea un cross dal fondo di Lazovic, che inizia a spingere a sinistra.

Defrel e Caputo scambiano in velocità, Gunter salva in corner al 7′.

Il primo cartellino giallo è per Kumbulla al 15′. Defrel gli scappa, lui lo butta giù. Il difensore era diffidato e salterà la gara col Parma.

Al 20′ Haraslin scappa a Rrahmani e calcia, Adjapong devia in corner.

Zaccagni recupera palla, Magnani lo atterra a centrocampo e prede il giallo al 25′. Veloso batte male due punizioni consecutive, e non è da lui.

Cooling-break alla mezzora, poi Amrabat prende un fallo ai 25 metri dalla porta al 32′. Veloso conferma che il suo mancino non è caldo e calcia alto.

Il Sassuolo fatica a entrare in area, e ottiene qualche corner, senza creare pericoli. Un primo tempo scialbo si chiude sullo 0-0.

SECONDO TEMPO INFINITO, PIOVONO GOL

Juric toglie Kumbulla e mette Empereur. Doppio cambio per De Zerbi: dentro Boga e Rogerio per Haraslin e Kyriakopoulos.

Pessina impatta non bene di testa, per Consigli è solo uno spavento. Peluso subito dopo manda alto da corner sempre di testa. Sono le prove generali.

LAZOVIC! 1 A 0 VERONA

Bella azione del Verona sulla destra al 7′ con Pessina che si accentra e cerca Stepinski che stoppa male, Lazovic è in agguato e dal limite spara una bordata che Consigli riesce a deviare ma non basta: la sfera si insacca sotto la traversa.

PAREGGIA SUBITO IL SASSUOLO, IN GOL BOGA

Non c’è tempo per festeggiare, due minuti dopo Boga raccoglie un pallone in area, Adjapong lo marca a distanza e il tiro in diagonale è secco e preciso.

STEPINSKI! 1-2 VERONA

Protagonista assoluto è Lazovic nel gol del nuovo vantaggio dell’Hellas che arriva al 12′. Lo straordinario serbo si invola a sinistra e di esterno destro serve Stepinski sul secondo palo. Il polacco, di petto, infila la porta sguarnita.

Juric ha le sue idee, un galvanizzato Stepinski (certo fino al gol autore di una prova anonima) viene sostituito da Pazzini al 15′.

MIRACOLO DI SILVESTRI, JURIC AMMONITO E SARA’ SQUALIFICATO

Al 21′ Muldur calcia dal limite, Silvestri si supera. Juric protesta per un colpo e viene ammonito. Diffidato, non sarà in panchina col Parma.

PESSINA! 1-3 VERONA

Badu prende il posto di Veloso. L’Hellas va in velocità e un pasticcio tra Bourabia e Peluso favorisce l’inserimento di Pessina che si invola in solitaria e supera Consigli con un sinistro preciso. Il Verona cala il tris al Mapei Stadium.

De Zerbi toglie Defrel e inserisce Traorè. Il Sassuolo non cede e attacca.

DOPPIETTA DI BOGA, 2-3

Non è mai finita, e Boga si inventa un calcio di destro all’incrocio, su assist di Caputo, che non lascia scampo, la gara si riapre al 32′. Nel frattempo Chiriches sostituisce Magnani.

Caputo fa da sponda, Berardi e Locatelli si fanno pericolosi. L’Hellas fatica a ripartire, Ci prova Zaccagni che però commette fallo all’82’.

Quinto cambio per De Zerbi all’83’ quando entra Obiang per Bourabia.

Il Sassuolo preme, il Verona va in trincea e a difendere c’è anche Pazzini.

SILVESTRI SALVA ANCORA MA NON PUO’ NULLA SU ROGERIO: 3-3

Il portiere del Verona salva il pareggio all’87’ tuffandosi sulla destra a deviare un tiro dal limite di Berardi.

I neroverdi attaccano fino alla fine, il Verona soffre, troppo e non riparte mai. Silvestri salva ancora su Berardi al 90′.

Ci sono sette interminabili minuti di recupero. Verre sostituisce Zaccagni. Il Sassuolo è sempre avanti, l’Hellas si difende con grinta. Il portiere gialloblù si distende anche su una bordata di Obiang al 94′ ma non può nulla sulla palla all’incrocio di Rogerio allo scadere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy