FIFA, il presidente del comitato medico: “No al calcio fino a settembre”

FIFA, il presidente del comitato medico: “No al calcio fino a settembre”

D’Hooghe: “Questione di vita o di morte, la salute deve prevalere sull’aspetto economico”

di Redazione Hellas1903

“Non dovremmo tornare a giocare prima della fine di agosto o di inizio settembre, nessuna partita. Il calcio improvvisamente non è la cosa più importante che c’è nella vita. Sarei contento di poter riprendere le prossime stagioni senza ulteriori problemi. Sarei felice di veder ripartire i campionati a fine agosto o i primi di settembre. Bisogna evitare il ritorno del virus, che non è impossibile. Dobbiamo essere prudenti e se c’è una circostanza in cui la salute deve prevalese sull’aspetto economico, questo è il caso. E’ una questione di vita o di morte, non di soldi”

Queste le dichiarazioni di Michel D’Hooghe, presidente del comitato medico della FIFA, intervistato dal “Daily Telegraph”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy