Lampo di Favilli e il Verona vola! 1 a 0 all’Udinese

Esordio con gol per l’attaccante. Tre punti d’oro per i gialloblù in una gara difficile

di Redazione Hellas1903

Un lampo nel cielo grigio di una gara difficile, nella quale il Verona ha faticato rischiando più volte di subire. Andrea Favilli mette un gol pesantissimo, il primo in carriera in A e consente alla sua nuova squadra di festeggiare una vittoria di estrema importanza con l’Udinese. Perchè arrivata in una gara nella quale non si è certo visto il miglior Hellas di Juric, per più di un tempo superato nel gioco e nella fisicità da un’Udinese tosta ma sprecona.

FORMAZIONI

Il Verona si presenta in campo con Silvestri, Cetin, Gunter e Lovato, in mezzo Faraoni, Veloso, Tameze e Dimarco, in attacco Barak e Zaccagni dietro a Di Carmine.

3-5-2 dell’Udinese: Musso – Becao, De Maio, Samir – Ter Avest, Coulibaly, Arslan, De Paul, Zeegelaar – Lasagna, Okaka.

Per la prima volta dallo scorso marzo c’è pubblico al Bentegodi, mille persone, quelle distribuite in Tribuna Est, si fanno sentire.

Arbitra Volpi, c’è vento e la temperatura è da autunno inoltrato: 13 gradi.

 

PRIMO TEMPO, GARA MASCHIA, L’HELLAS NON BRILLA

Il Verona rompe gli indugi dopo sette minuti, quando Zaccagni si accentra da sinistra e con lo specchio libero calcia a fil di palo.

I ritmi sono alti da subito, l’Udinese ci mette la fisicità al limite del regolamento.

Lovato si appiccica, senza timori, a quel colosso di Okaka.

Ancora Zaccagni scappa al 12′, Dimarco è fermato con un fallo e dalla punizione Cetin va alto di testa.

Al 13′ Lasagna beffa Lovato in corsa, entra in area ma calcia alto. L’Udinese risponde.

Koulibaly calcia forte al volo dai 18 metri, il pallone supera la traversa di un metro. Rodrigo sferra un pestone a Zaccagni, Volpi lascia correre e lo farà in altre occasioni.

L’Udinese prende campo e redini, senza tuttavia riuscire nell’imbucata in area. L’Hellas fatica a centrocampo, Juric chiede passaggi in velocità. L’attacco langue.

I gialloblù si rivedono al 36′ quando Tameze arriva su una seconda palla, dal limite calcia in controbalzo con palla fuori di un soffio.

De Paul risponde al 37′, Silvetri è pronto.

DI CARMINE SI FA MALE, ENTRA FAVILLI

Al 40′ Di carmine accusa un problema muscolare, zoppica e deve uscire. Per Favilli è il debutto.

TRAVERSA DI BECAO

Il primo tempo si chiude con Becao che con uno stacco imperioso anticipa Silvestri (che esce male) e coglie una traversa piena.

SECONDO TEMPO, LAMPI DI HELLAS, L’UDINESE SPRECA E..

L’Udinese parte meglio, Lasagna calcia fuori non di molto al 3′ con un tiro dal limite. Il Verona è bloccato sugli esterni, Di Maio e Zeegelaar sono ossi duri. Veloso è fuori dal gioco. Becao mette ancora i brividi a Silvestri. Favilli viene ammonito per un fallo a centrocampo. Volpi non applica la stessa misura sulla scorrettezza successiva di Samir nei confronti del numero 11 dell’Hellas.

Si vede, finalmente, Faraoni che crossa. All’8′ conquista così un corner.

FARAONI! MUSSO SALVA

Eccolo, il Verona, al 10′. Bello lo scambio tra Barak e Favilli al limite dell’area. L’attaccante serve Faraoni a destra che calcia ad incorciare. Musso in tuffo apre la mano destra e dice no.

Poco dopo Lasagna anticipa Cetin e calcia fuori a due metri dalla porta

FAVILLI!! 1 A 0

Al 10′ Andrea Favilli sigla il vantaggio dell’Hellas e il suo primo gol nel campionato di A. Barak da destra mette al centro, la palla è leggermente deviata da Faraoni e l’attaccante di prima intenzione la gira col destro verso il palo sinistro. Rete da incorniciare figlia del risveglio del Verona nei minuti precedenti.

ANCORA LASAGNA SBAGLIA

Okaka fugge via al 18′, entra a sinistra e serve l’assist a Lasagna che in corsa sbaglia un gol facile per il pareggio.

L’Udinese non ci sta. Faraoni al 21′ quasi la combina grossa con un tacco nella sua area che costringe Silvestri a mettere in corner. Bacao poco dopo in mischia spara verso il tabellone elettronico.

ESORDIO DI COLLEY

Al 32′ esce uno stanco Zaccagni. Ad esordire in gialloblù è il 2000 Ebrima Colley.

Gotti risponde con Nestoroski al posto di De Maio, dopo aver fatto entrare Forestieri e Ouwejan.

L’Udinese insiste e cerca il pareggio. L’Hellas subisce troppo.

LASAGNA HA ANCORA FAME

E’ il 38′ quando dopo un’azione tambureggiante dell’Udinese, Lasagna viene servito sul limite dell’area piccola e si divora, buon per il Verona, un altro gol sparando in direzione Camuzzoni.

Lovato tiene bene, Gunter anche, mentre Colley è bravissimo a scattare e ad evitare che la squadra si abbassi.

Dopo due giornate il Verona è primo con le grandi. Anche se la squadra deve rodare e ritrovare alcuni elementi, anche se due punti sono arrivati a tavolino, anche se il fattore fortuna oggi ha contato, non male come inizio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy