news

LE PAGELLE, GIGAN-TONI, JUANITO TANGO STELLARE, RAFAEL DEI MIRACOLI

RAFAEL 7,5 Il riflesso con cui devia il rigore calciato da Tévez è un colpo magistrale. Esulta alla Toni, e c’è da capirlo: il gesto tecnico è sublime. Terzo penalty parato nella sua stagione.   SALA 7 Un...

Redazione Hellas1903

RAFAEL 7,5

Il riflesso con cui devia il rigore calciato da Tévez è un colpo magistrale. Esulta alla Toni, e c’è da capirlo: il gesto tecnico è sublime. Terzo penalty parato nella sua stagione.

 

SALA 7

Un fuoristrada che corre sulla fascia. Taglia i rifornimenti a Tévez e si accende spingendo furiosamente quando il gioco si ribalta.

 

MARQUEZ 6

Di Bello lo punisce fischiandogli il fallo da rigore su Llorente, ed è un altro episodio bislacco in un’annata, la sua, dimenticabile. Però argina l’attacco della Juve con attenzione.

 

MORAS 6

Inizia bloccando i tentativi in area di Tévez, continua esibendo concentrazione e limitando la pressione bianconera.

 

AGOSTINI 6

Lo sorprende Padoin, che prende la linea di fondo e centra per Llorente: è il 2-1 juventino. Ma prima e dopo è puntualissimo nelle chiusure.

 

GRECO 5,5

Il centrocampo della Juve lo schiaccia e non gli viene facile trovare le coordinate per uscire dall’angolo. Esce dopo un’ora senza sale.

 

TACHTSIDIS 6

Più sostanza che forma. Muscolarità evidente, tocco di palla poco efficace. Spacca legna in mezzo e si rende sempre utile.

 

HALLFREDSSON 6,5

Innesca e conduce il contropiede che porta Toni al gol del primo pareggio. Serve lui a Luca il pallone dell’1-1. E non è il solo flash di una prestazione tosta.

 

JANKOVIC 5,5

Tanta fatica sulla corsia di destra. Non si propone mai e quando lo attaccano va in difficoltà.

 

TONI 7

Lo stringono Bonucci e Ogbonna, una morsa che gli toglie gli spazi. Eppure esce dalla tenaglia e alla prima occasione sfiora il gol, alla seconda segna. Fanno 22 in campionato, sempre più primo tra i marcatori. Domani, se Icardi non si scatenerà, il titolo di re dei cannonieri lo aspetterà.

 

GOMEZ 8

Una scheggia che la Juve non controlla. Certo, c’è il gol in fotocopia con quello dell’anno passato contro Madama, ma è il sigillo ad una prova d’eccellenza. Davanti punge sempre, dietro tampona ogni avanzata bianconera. Gigantesco.

 

 

OBBADI 6,5

Dà ritmo al Verona quando più ce n’è bisogno.

 

VALOTI 6

Entra con coraggio e aggiunge velocità.

SAVIOLA ng

 

MANDORLINI 7

Mette in campo un Verona aggressivo fin dall’inizio, che tiene sulla corda una Juventus che sarà pur distratta dall’impegno di Berlino ma che non fa sconti. Hellas di carattere, Hellas che si guadagna il pari con la tenacia.

 

MATTEO FONTANA

Potresti esserti perso