Serie A, oggi un’assemblea bollente. Sul tavolo la proposta di un canale della Lega

Serie A, oggi un’assemblea bollente. Sul tavolo la proposta di un canale della Lega

I club valuteranno l’offerta di 1.193 milioni di Mediapro

di Eric Sartori, @sartori_eric

È iniziata pochi minuti fa la prima assemblea di Serie A della stagione 2019/2020. Tra i dirigenti presenti, per l’Hellas Verona c’è Maurizio Setti.

L’assemblea, sotto un certo punto di vista, è bollente. Infatti, sul tavolo dei presidenti c’è la proposta di Mediapro per la creazione del canale della Lega di Serie A. Mediapro è una società spagnola che aveva già partecipato all’asta per i diritti tv 2018-2021, aggiudicandosi il bando. Però, non presentando le garanzie economiche richieste, la Lega di Serie A aveva annullato il bando, creandone un altro con successiva assegnazione dei diritti a Sky e DAZN.

Mediapro, in realtà, non ha mai mollato la presa sul massimo campionato italiano. Notizia di questi giorni, confermata anche da Jaume Roures, CEO della società spagnola, è quella di un’offerta monstre per i diritti televisivi del trienni 2021-2024. Mediapro avrebbe messo a disposizione della Lega di Serie A 1.193 milioni di euro a stagione, circa 220 milioni in più di quanto sborsano oggi Sky e DAZN insieme.

Nel dettaglio, Mediapro con la creazione del canale della Serie A garantirebbe tutte le partite live e un vero e proprio canale live 24 ore su 24 con la trasmissione degli archivi delle squadre e approfondimenti. L’offerta fatta dalla società spagnola sarebbe così divisa: 1.060 milioni come minimo garantito ai quali aggiunge 55 milioni per l’acquisto dell’archivio immagini e 78 milioni per le spese di produzione del nuovo canale tv della Lega. Un totale che arriva a 1.193 milioni che potrebbero aumentare, arrivando a quel punto nell’area guadagno, pari a 90 milioni, di Mediapro. Eventuali entrate extra, superiori a 1.283 milioni di euro, sarebbero poi divise tra Lega Serie A e Mediapro con un rapporto 75:25.

L’offerta, di per sé, è molto allettante per i club, che vedrebbero una grossa differenza negli introiti delle proprie società, ma non è tutto rose e fiori. L’assemblea di oggi è chiamata a valutare la proposta della società spagnola ed eventualmente deliberarla. A quel punto Mediapro creerebbe il tanto voluto canale della Lega di Serie A che sarebbe poi rivenduto alle emittenti televisive. Nonostante il ricco budget messo a disposizione di Mediapro, però, i presidenti e i dirigenti della Serie A devono fare i conti con Sky, pronta sul piede di guerra.

Il bando per i prossimi diritti televisivi è atteso quest’anno, prima delle vacanze natalizie. L’obiettivo della Lega di Serie A è avere un guadagno maggiore di quello odierno. Davanti ad una proposta che supera il miliardo tanto acclamato dalla Lega, i club scalpitano, ma per le sentenze ufficiali c’è da attendere ancora qualche mese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy