Cassano: “Non sono un pippone, ma se devo lottare per non retrocedere preferisco stare a casa”

Cassano: “Non sono un pippone, ma se devo lottare per non retrocedere preferisco stare a casa”

L’ex Verona: “Ho perso cinque chili, voglio tornare a giocare”

di Redazione Hellas1903

Dopo il clamoroso dietrofront a Verona della scorsa estate, Antonio Cassano è tornato a parlare a Sky manifestando la voglia di tornare a giocare a calcio.

“Non sono un ex calciatore – dice – io sono e sarò un calciatore in eterno perché solo i pipponi possono dire di essere ex calciatori, vuol dire che lo erano anche quando giocavano. Quando tornerò? Non lo so, ma sicuramente voglio continuare. In un mese ho perso 5 chili, sto bene e voglio continuare a giocare, non per i soldi, non l’ho mai fatto in tutta la mia carriera, voglio tornare per orgoglio personale, perché voglio vincere la mia sfida, voglio dimostrare a tutti che posso fare ancora la differenza.

Gioco anche 3-4 volte a settimana a tennis e mi alleno ogni pomeriggio, mi voglio tenere in forma perché se dovessi iniziare una preparazione precampionato voglio partire alla grande e andare a mille. La mia squadra ideale? Una che abbia già un’idea gioco interessante, con dei giocatori interessanti. Se devo lottare per la retrocessione e poi andare giù preferisco stare a casa con mia moglie e i miei figli. Voglio un allenatore che punti su di me e mi faccia rendere al massimo”.

Foto Grigolini – Fotoexpress

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy