Mercato Verona, il punto

Le intenzioni dell’Hellas a 4 giorni dall’apertura delle compravendite invernali

di Redazione Hellas1903

Lunedì 4 gennaio si aprirà la sessione invernale del calciomercato che chiuderà l’1 febbraio.

Il Verona si affaccia alla finestra di metà stagione delle compravendite non certo come una candidata ad essere protagonista di chissà quali operazioni. Tanto dipenderà da come la squadra affronterà le prime partite dell’anno, quali calciatori recupererà e in che misura.

Un primo messaggio lo ha dato il presidente Setti, che poche settimane fa ha dichiarato che l’obbiettivo è quello di tenere tutti. Zaccagni e Lovato, i nomi attualmente appetibili sul mercato (c’è anche Faraoni), dunque, non dovrebbero partire, stando alle parole del patron dell’Hellas.

In uscita, invece, ci sono i cosiddetti esuberi. Che sono sì, in uscita, ma che piazzare non è facile, dato che i denari che girano, per la maggior parte dei club, sono pochissimi. Non sarà dunque semplice trovare una soluzione per Laribi, Di Gaudio e Vitale. Per quest’ultimo c’è un sondaggio del Frosinone.

In uscita è da chiarire la posizione di Samuel Di Carmine. L’attaccante potrebbe anche partire.

Tutto, però, in particolare per eventuali operazioni in entrata, per le quali non vi è al momento alcun nome caldo, è di fatto rimandato a dopo il 10 gennaio, quando l’Hellas avrà disputato già tre gare con Spezia, Torino e Crotone. Lì si farà il punto della situazione riguardo agli infortunati e al rendimento della squadra, e si deciderà se intervenire o meno sulla rosa. A.S.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy